it

News

Space as a Service

Un convegno sulle opportunità di connettere gli spazi e dedicato al lancio dell'innovativa piattaforma DINA, per gestirli in modo intelligente.

Arrivare o partire, andare e tornare muovendosi nella città attraverso la rete di servizi pubblici o condivisi come car e bike sharing, sfruttando le tecnologie integrate che ci circondano e che ormai non notiamo nemmeno più. Entrare in un edificio che ha settato la propria illuminazione e temperatura interna in base al meteo o al tasso di occupazione, che invia informazioni in tempo reale permettendo l’analisi dei dati e quindi l’ottimizzazione delle risorse, il controllo degli accessi, la gestione ottimale degli spazi e tanto altro ancora in quello che oggi chiamiamo smart building. Accedere alle workstation attraverso il riconoscimento del proprio profilo, trovare la postazione prenotata e configurarla secondo le attività della giornata. Organizzare una riunione con altri colleghi riservando una meeting room e confrontare i rispettivi progress collegandosi direttamente al cloud. Uscire per andare in palestra prendendo la borsa dal proprio locker prenotato da remoto.

La rivoluzione digitale sta cambiando i modi di vivere e lavorare: dalla micromobilità urbana ai luoghi destinati al lavoro, la connessione permette velocità, dinamismo, personalizzazione, efficienza ma soprattutto prevede condivisione, tutto a portata di app.

Dall’ufficio al co-working fino allo “Space as a Service”, la nuova forma di business è connettere gli utenti con gli spazi e gli spazi tra loro per trasformarli in attivatori di energie e in ambienti di relazione al servizio delle persone, dove incontrarsi, partecipare a esperienze, fare network.

Di questi temi tratterà il convegno promosso da Tecno, che avendo per prima affrontato il tema dell’internet delle cose, ha intercettato le nuove esigenze e lanciato sul mercato la piattaforma software multiprotocollo totale DINA-Connecting Spaces, grazie alla stretta collaborazione di TeoresiIlevia ed io.T Solutions.

Pensata specificatamente per gli smart buinding, DINA è anche una app dedicata al segmento del co-working e una piattaforma per mettere in comunicazione tutti gli spazi (anche quelli inattivi o già esistenti) collegandoli in un’unica rete.

Introduce e modera: 

Luca De Biase, Innovation Editor Il Sole 24 Ore e Nova24, Giuliano Mosconi, Presidente e CEO Tecno, e Tommaso Mosconi, General Manager io.T Solutions, presenteranno l’esperienza dell’azienda che ha dotato i propri arredi di un innovativo sistema intelligente, spingendosi fino allo sviluppo di un software multiprotocollo capace di offrire informazioni e soluzioni ai gestori dei buildings e migliorare il comfort dell’utilizzatore finale.

Alida Forte Catella, CEO Coima Image e M&C Coima, racconterà come si trasformano gli edifici e le città nell’era della sharing economy, delineando nuove prospettive di business verso modi di costruire che favoriscano e migliorino la fruizione da parte dei cittadini.

Fabio Santini, One Commercial Partner and Small, Medium and Corporate Leader Microsoft, e Roberto Filippelli, Azure Cloud Infrastructure Partner Development Director Microsoft, illustreranno utilità e benefici offerti dalle nuove tecnologie e come Microsoft aiuta la trasformazione digitale delle imprese.

L’architetto Massimo Roj, Founder CEO e Partner, Progetto CMR, introdurrà un’analisi sui nuovi modi di lavorare dove la connessione rappresenta l’attuale sfida progettuale per la realizzazione degli ambienti.

Concluderà il panel Jacobs Bates, CEO CommonGrounds Workplace, con un focus sul case history della start-up californiana in forte ascesa CommonGrounds, che acquista spazi inutilizzati per renderli disponibili a tutti in forma di co-working.

SPACE AS A SERVICE
Microsoft House, Viale Pasubio 21 - Milano
lunedì 8 aprile 2019
ore 15.30: registrazione
ore 16.00-18.00: conferenza
ore 18.30: cocktail di chiusura in Piazza XXV Aprile, Showroom Tecno