it

Nomos meeting

1986

Nato dalla collaborazione tra Norman Foster e l’esperienza tecnologica di Tecno, Nomos sistema è disegnato per ottenere una flessibilità pressoché infinita di soluzioni per gli spazi di lavoro, esaltando la resa estetica dell’ambiente. 

Versatile ed estremamente resistente, il sistema Nomos è considerato pioniere di tutti i sistemi a struttura condivisa e icona riconosciuta dell’industrial design.

Il concetto di base è semplice: una superficie poggia su una struttura con una spina dorsale centrale, 2 bracci di supporto laterali e 4 gambe inclinate, sporgenti, analoga alla struttura della vertebra e delle costole del corpo umano.Concepito come uno scheletro solido con un'estetica zoomorfa, consente la costruzione a secco di una vasta gamma di composizioni che possono essere adattate a molteplici usi, dalle singole postazioni di lavoro ai grandi tavoli da riunione, alle ultime soluzioni di condivisione della scrivania. Versatile ed estremamente resistente, Nomos oggi vanta anche l'intelligenza di io.T.

Il punto di partenza del sistema Nomos è la struttura tubolare in metallo, a cui vengono aggiunti gambe, piedi, supporti, superfici di lavoro, sovrastrutture e schermi. La connessione metallo-metallo degli elementi assicura una maggiore durata e rottamazione totale alla fine del suo ciclo di vita.

PREMI
Compasso d'Oro Nomos design Foster & Partners, 1987