it

Nomos table

1986

Un progetto che ha cambiato per sempre il modo di pensare all’oggetto tavolo, Nomos è pioniere di tutti i sistemi a struttura condivisa e un’icona riconosciuta dell’industrial design. 

L’idea base è semplice: un piano si appoggia su una struttura con una spina centrale, 2 bracci laterali di sostegno e 4 gambe inclinate a stelo, in analogia con la struttura di spina dorsale e costole del corpo umano. Concepito quindi come un solido scheletro dall’estetica zoomorfica, permette di costruire a secco un’ampia gamma di composizioni adattabili a molteplici tipologie d’uso, dalle postazioni individuali ai grandi tavoli meeting, passando dalle più attuali soluzioni di lavoro in desk sharing. 

Il Tavolo Nomos si distingue dal Sistema per la sezione del tubo (25 mm rispetto a 30 mm), per la sagoma inclinata delle basi e per le speciali fusioni di supporto dei piani che sostituiscono le sottostrutture del Sistema. Il diverso montaggio del distanziale in dotazione permette di scegliere tra 2 altezze del Tavolo (72 cm o 65 cm), riconfigurabile a seconda delle esigenze.